Fairbanks, Alaskaland, Pioneer Park
Fairbanks, Alaskaland, Pioneer Park
Dodo Perri (www.dodoperri.it), partecipò come dog-musher, all'Iditaroad del 2005 (52° assoluto), concludendola in 13 giorni esatti. Nel 2004 aveva partecipato ad altre due competizioni in Alaska: il "Joe Redington Memorial" a Knik di 320 km (4°) e il "Don Bower's Memorial race" a Willow 500 km (3°). E' morto in un incidente in mare (Isola di Ponza) nel luglio del 2006.
 
Fabrizio Lovati, valdostano, ha partecipato all'Iditaroad 2004 come dog-musher arrivando 28° assoluto a Nome, ha stabiilto il record italiano Anchorage - Nome: 10 giorni e 22 ore. Ha partecipato anche all'edizioni del 2006 (38° assoluto) e del 2008 (48° assoluto).
 
Alex Bellini (www.alexbellini.it), valtellinese, ha partecipato come dog-musher alle edizioni del 2002 e del 2003 (5° ex-equo) della "Serum Run Route Nenana-Nome" (768 miglia), Nel 2007 ha partecipato all'Iditarod (McGrath, 11° assoluto). Ha realizzato il video "La mia Alaska".
 
Roberto Ghidoni (www.robertoghidoni.it), bresciano, nel febbraio del 2000 partecipò all'Iditarod come runner e arrivò terzo. Ha partecipato anche alle edizioni del 2001 (1° ex-equo), 2002 ("Northern Route" 7° assoluto, record), 2003 ("Serum Run Route Nenana-Nome" - 768 miglia 1° assoluto, record), 2004 (McGrath, 3° assoluto) e 2005 ("Southern Route", 2° assoluto, record). Ha scritto il libro "Il Cammino del lupo. L'Alaska a piedi", Insigna editore, Brescia, 2006 e il dvd "Tracce. Roberto Ghidoni Alaska. Idita Trail Invitaion".

 

Maurizio Doro (www.mauriziodoro.it), trentino, nel 1999 partecipò come biker all'Iditaroad "Idita Sport Extreme" , nel 2001 partecipa ancora all'Iditaroad "Idita Sport Impossibile", nel 2002 ci riprova percorrendo la Northern Route ("Alaska Ultrasport") arrivando 5° assoluto, assieme al trentino Eris Zama (biker). Maurizio Doro ed Eris Zama dopo aver completato la IditaRod di 1800 km in MTB nel 2002 ad oggi sono ancora gli unici italiani, dopo vari tentativi di altri biker ripetuti negli anni, ad averla conclusa in MTB in meno di 20 giorni. Nel 2004 partecipa ad una nuova corsa in Canada "Artic Ultra". Nel 2005 è di nuovo in Canada e Alaska per "Naturaid 2005 on the Grizzly's creek". Nel 2010 è la volta del progetto "Canada - Yukon 2010" - "Naturaid Northern Adventure" 1600 km to the Polar Ice". La nuova avventura di Maurizio Doro partirà il 19 luglio 2011 "ALASKA: da Yakutat a Cordova La traccia immaginaria"500 km pedalando e pagaiando lungo costa in completa autonomia. In bocca al lupo Maurizio!

 

Willy Mulonia (www.willyextreme.com), bresciano, nel 1999 partecipò come biker all'Iditaroad arrivando quinto assoluto. Willy è specialista di viaggi estremi come "Attreverso le Americhe" compiuto nel 2002 da Ushuaia (Patagonia) a Barrow (Alaska) come ambasciatore di Amnesty International contro la tortura.  

 

Marco Berni (www.marcoberni.com), bersciano, ha partecipato come runner all'Iditarod del 2004 (McGrath, 13° assoluto), nel 2005 (ritirato), del 2006 ("Northern route" 2° assoluto) e del 2007 (McGrath, 14° assoluto). Nell'edizione 2009 (Nome, 2° assoluto). Parteciperà anche alla Iditaroad Trail Invitation 2913. Sta realizzando il video "Verso Nord".

 

Andrea Cavagnet, valdostano, ha partecipato come skier, nel 2008 ed è stato l'unico sciatore italiano ad essere riuscito a portare a termine la gara (McGrath, 18° assoluto). Nel 2006 a McGrath si era classificato 11° assoluto. 

 

Sebastiano Favaro e Ausilia Vistarini,

ospiti della corsa in Mtb a Trignano nel 2013, hanno partecipato a varie edizioni dell'Iditarod!

 
Italiani all'Iditarod      
 
Nel 2013 quattro italiani alla partenza (da iditarod.it):
- Marco Berni, uno dei 4 uomini al mondo che hanno completato i 1770 Km a piedi, sia nel versante nord che nel versante sud. Troviamo poi l'ormai noto Savino Musicco, che affronterà l'avventura anch'egli a piedi, e i ciclisti veneti Sebastiano Favaro e Ausilia Vistarini.
24 marzo 2013 Alle ore 18:00 Marco Berni arriva a Nome. Conclude per la terza volta questa affascinante avventura, lunga 1770 Km, con un tempo di 28 giorni e 4 ore!
18 marzo 2013, 23:00 [19 mar, 09:00 ITA] Ausilia e Sebastiano arrivano a Nome
Ausilia Vistarini e Sebastiano Favaro, i biker veneti veterani ormai dell'Iditarod Trail Invitational che quest'anno si sono cimentati nella corsa verso Nome, seguendo per giunta il versante sud, più impervio e selvaggio, sono arrivati a Nome.
Dopo Eris Zama e Maurizio Doro, che arrivarono nel 2003 a Nome con la loro bici, l'impresa italiana si ripete a distanza di 10 anni con altri 2 connazionali, fra cui la prima donna italiana in assoluto che porta a compimento l'impresa nella sua versione più faticosa e difficile: il percorso sud.
 
Nel 2012 nove gli italiani alla partenza: 
- Andrea Cavagnet, Dario Valsesia, Savino Musicco, Roberto Gazzoli, Sebastiano Favaro, Cesare Ornati e Ausilia Vistarini  Arrivati al traguardo di McGrath in cinque: Dario Valsesia, Roberto Gazzoli, Cesare Ornati, Ausilia Vistarin e Sebastiano Favaro. Andrea Cavagnet ha dominato la gara fino a quando ha dovuto ritirarsi.

 

Nel 2011 sei gli italiani iscritti all'Iditarod Trial, tra cui una donna:
- Skiers: Paolo Gregorini e Mario Sterli
- Bikers: Daniele Modolo, Sebastiano Favaro, Ausilia Vistarini e Savino Musocco

 

Nel 2010 ben 11 (record) gli italiani iscritti all'Iditarod Trial:
- Runners: Cesare Ornati (McGrath), Mario Sterli (McGrath), Roberto Gazzoli (McGrath), Claudio Piazza (McGrath), Paolo Gregorini (Nome).
- Bikers: Alessandro Da Lio (Nome), Sebastiano Favaro (McGrath), Nicola Ghiraldo (McGrath), Willy Mulonia  (www.willyextreme.com), (McGrath), Nicola Saccavini (McGrath), Dario Valsesia (www.dariovalsesia.it) (Nome)

 

Nel 2009 hanno partecipato sette italiani, Marco Berni è ancora in pista:
- Runners: Marco Berni (Nome, 2° assoluto), Roberto Gazzoli  (Rainy Pass Lodge - Puntilla Lake, 31° assoluto, ritirato), Savino Musicco  (McGrath, 25° assoluto), Eleazaro Rossi  (40° assoluto a Yentna Station, ritirato), Francesco Ghigliotti  (McGrath, 23° assoluto);
- Bikers: Marco Costa (Rainy Pass Lodge - Puntilla Lake, 20° assoluto, ritirato) e Riccardo Ghirardi (23° assoluto a Yentna Station, ritirato)

 

Nel 2008 hanno partecipato dieci italiani, di cui cinque bresciani:
- Runners: Antonio Frezza (16° assoluto a McGrath, ritirato),  Riccardo Ghirardi, bresciano, (McGrath, 19° assoluto, ritirato); dietro di lui altri tre bresciani: Mario Sterli (McGrath, 21° assoluto ex-equo), Paolo Gregorini (McGrath, 21° assoluto ex-equo) e Roberto Gazzoli (McGrath, 23° assoluto).
Hanno partecipato anche Dario Valsesia (McGrath, 11° assoluto, a Ruby, 5° assoluto, si è ritirato), Alessandro Da Lio (20° assoluto a McGrath, ritirato). Come skier ha partecipato Andrea Cavagnet.
 
Nel 2005 parteciparono ben undici italiani:
- Runners: Antonio Frezza (McGrath, 26° assoluto), Dario Valsesia (McGrath, 25° assoluto), Marco Berni (ritirato), Aldo Mazzocchi (McGrath, 16° assoluto), Riccardo Ghirardi (Nome, ritirato), Eris Zama (McGrath, 12° assoluto), Gigi Mazzocchi (McGrath, 17° assoluto; nel 2004 era arrivato 14° assoluto), Savino Mussico (McGrath, 15° assoluto)
- Biker: Oliviero Simone (ritirato)

 

Nel 2001 il giornalista Giulio Guazzini (Rai Sport) seguì la corsa realizzado il reportage "Iditarod 2001: la grande corsa" visibile su RaiSport.

 

 

Altre news su i tanti italiani che hanno partecipato all'Iditaroad si trovano nel sito "Circolo Polare" (www.circolopolare.com/ita/turismo_eventi_i.htm)  o sull'altro sito "Iditarod.it" (www.iditarod.it)